Parlottoliere

Dove il tempo gioca a carte con lo scazzo

Archivio per Riflessioni

Non ci vogliono.

La verità l’ho capita, forse. La verità è che non ci vogliono. L’Italia non ci vuole. Rifiuta con ostinazione le nuove generazioni (che ormai stanno lentamente invecchiando). L’Italia si ostina a non voler avere a che fare con quelle puerili nuove generazioni tanto vogliose di fare qualcosa; le distrugge con la mafia del perbenismo e tante altre cose che, messe nello stesso calderone culturale, riescono a plagiare menti creative e fantasiose.

Università di Catania, esperimento semi riuscito. Stanno provando a eliminare la parte giovane. Resteranno solo i vecchi ancor più agganciati ai loro scranni. Per una società sempiterna e durevole. In armonia con se stessa.

E noi non ci saremo.

Postrack: Noi non ci saremo – Francesco Guccini

Senso critico

Angelo che pensa

Angelo che pensa

Da un paio di discussioni con Alessandro ne e’ venuto fuori che quello che manca di piu’, e a quanto pare e’ sempre mancato in Italia, e’ il senso critico nei confronti della vita, nei confronti della politica e del rispetto delle regole e nel senso comune della legalita’.
Spero che questo possa scatenare opportune riflessioni in tutti quelli che leggono queste poche righe.

Facebook visto da dentro

Articolo interessante di Mr. Zambardino, un'”intruso” in Facebook. 🙂

The Wright side of the moon

Pink Floyd, gia’ solo il nome evoca, a decenni di distanza dall’apogeo della loro carriera, ricordi e ondate calde in tutti quelli che abbiano avuto il piacere di averli ascoltati.

Mi sento quindi in obbligo di segnalare, ricordare il pensiero, dare un tributo ad uno dei membri fondamentali di questo gruppo: come fondamentali sono tutti i pezzi di un puzzle, per quanto piccoli possano sembrare.

Puzzle e’ proprio la parola che identifica meglio la musica misteriosa di questo gruppo. Ascoltando la loro arte si riesce a percepirne la bellezza, che pero’ lascia intendere all’ascoltatore qualcosa di piu’ grande; piccoli pezzi vengono messi insieme e si riescono solo a scorgere scorci del panorama fantastico nascosto dietro al piu’ grande e immenso puzzle che la loro musica ha creato.

Una piena conoscenza e’ impossibile, troppo difficile da completare questo puzzle per riuscire ad ammirare l’immagine nella sua interezza. Si puo’ soltanto cercare di afferrare quelle poche immagini e lasciarsi trasportare dalla loro bellezza.

Ciao Richard.

Allarme Sociale

In un articolo di oggi de laRepubblica c’è una bella intervista dell’esperto giurista Berlusconiano, suo consigliere fidato.
Ebbene leggendo l’articolo ero già in stato di semi allarme per le affermazioni dell’avvocato.

<Se un magistrato esterna contro il premier deve pesare le parole.>
[ Come Berlusconi ha fatto/fa nei confronti dei Magistrati meri mercenari dei Comunisti ]

<I pm dovranno essere rigorosamente indipendenti perché il pm sotto l´esecutivo sarà bello in Francia, in Inghilterra e negli States, ma in Italia non mi piace.>
[ Ottimo lo spunto, ma pecca di forma, il ragazzo potrebbe fare di più: 6-. Non è una questione di piacere, non è una cosa soggettiva è una riforma che se da fare dovrebbe vedere più di una capoccia in modo tale che il risultato sia ottimo, non una questione di gusto ]

<Va in carcere solo chi commette delitti gravi e che destano allarme sociale>
[ … ovviamente non comprendono reati economici, speculazioni, … ma solo reati di mafia, stupro etc etc ]

Dopo la lettura di questa bella intervista (soprattutto l’ultima frase) io mi sento molto socialmente allarmato, è un problema? Il mio “allarme sociale” deriva dall’attuale governo Italiano, che dite sono da mandare in villeggiatura? Non capisco perchè ci sia bisogno di montare questo immenso e immondo palcoscenico per portare avanti scelte politiche personali che modifichino l’assetto dei poteri in Italia.

So solo che dall’estero le cose arrivano attutite e la mancanza di televisioni e giornali riesce a far pensare di più, ma questo porta solo ad un grande senso di Allarme e preoccupazione. Dove finiremo?

Steve (Almighty) Jobs

Big thanks to Antitza 😉

Italia Italia

Ieri ci siamo donati una bella gita allo stadio di Nizza dove si giocava Italia-Austria, prima amichevole che ha visto M. Lippiin panchina. Partita abbastanza deludente, Italia spenta, abbastanza moscia. Meno male che era solo una amichevole!

Ma oltre all’Italia del calcio, in Italia  seguendo il trend Europeo si sta ammosciando anche l’economia. Il problema e’ che agli Italiani piace essere sempre espressivi, in tutto, e quindi anche in materia economica ci piace che la nostra affossi rispetto al trend…

Di oggi infatti la notizia che la pasta e’ salita del 30%, tra poco converra’ comprarla all’estero come per la benzina!

Bah!

EDIT: http://canali.kataweb.it/kataweb-consumi/2008/08/21/spaghetti-doro-una-bufala/