Parlottoliere

Dove il tempo gioca a carte con lo scazzo

Archivio per gennaio, 2009

Neverending Microsoft

Microsoft e’ un gigante cattivo e tutto il resto e’ rose e fiori.

La commissione europea ora vuole limitare l’influenza causata sugli utenti dalla M di Redmond imponendo che l’utente scelga al momento dell’acquisto che browser vuole sul suo computer. Almeno questa e’ la proposta che si apprestano a valutare i parlamentari europei come ci fa sapere Microsoft. E Apple allora? Che precarica il proprio Safari sulle proprie copie di MacOs che vende sui propri Mac? Ah vero, quello e’ un caso a parte… Ma considerato che anche in quel caso esistono browser alternativi pure Apple dovrebbe sopportare una causa del genere. Anche quella e’ posizione dominante.

Non basterebbe semplicemente puntare sull’informazione dell’utente? Fargli capire che deve affidare alla scelta del suo browser almeno un paio di istanti della sua vita senza automaticamente accettare le cose imposte dagli altri?

Piu’ che altro si potrebbe obbligare Microsoft a cercare di staccare Internet Explorer dal sistema, o comunque facilitarne la disinstallazione.

Ma non mi sembra il caso di entrare nel problematico compito di dover creare un sistema di download di Browser che permetta ad un utente senza browser di scaricarne uno all’avvio del computer. E la lista dei browser da poter scaricare? Chi la stilerebbe? E se io domani facessi un browser e volessi aggiungerlo? Sarebbe a pagamento?

L’uomo tende sempre a complicare le cose