Parlottoliere

Dove il tempo gioca a carte con lo scazzo

Il veto o il voto?

Riprendo e ri-posto un commento al blog di Laura che questa settimana parla delle nuove elezioni e che ha scatenato una serie di commenti sul voto/non-voto dovuto all’attuale situazione della politica italiana.

Partendo dal presupposto utopico e impossibile che io per una NUOVA Italia proporrei una completa e totale astensione dalle urne di tutti i votanti Italiani; per spiegarla meglio: potessi schiacciare un bottone per decidere le sorti della politica italiana schiaccerei quello dell’astensione totale (con tutte le conseguenze che questo atto potrebbe significare); questo presupposto è quindi ipotetico e impossibile, quindi visto che invece siamo messi come siamo e la situazione non è delle migliori vi ripropongo il commento:

Il non voto potrebbe voler dire molte cose.
Una nel caso di scheda bianca: il voto passa automaticamente al PDL (contato che così è successo per le scorse elezioni, chi non ne è convinto si guardi il film denuncia di Deaglio, che ovviamente non è piaciuto agli spu**anati), è quindi MALE.

Nel caso di scheda annullata questo vuol dire voti in meno ad un probabile oppositore del PDL, è quindi MALE.

Nel caso invece che il votante sia indeciso tra Annullare la scheda e votare il PDL consiglio vivamente la prima scelta; ma poi se l’ICI (la tassa più pesante e che per questo più SERVE allo stato per garantire TUTTO quello che garantisce al cittadino) non verrà tolta (Come è ovvio che non verrà fatto) non venga a lamentarsi poi. Allo sfigato non sarà dato poi sapere perchè ai poveri mortali come lui (e non solo mafiosi e terroristi) potranno essere intercettati i cellulari e invece alla beneamata cerchia di politici NO.

Studio e per questo sono fuori dalla mia regione e per questo non mi è dato di “votare” in un seggio diverso da quello di Residenza come per esempio accade agli Italiani all’estero -.- Per quanto durante quel periodo sarò (forse) in piena sessione di esami farò tutto il possibile per poter “scendere” a casa ed esercitare il mio sacrosanto ed ereditario diritto al voto.

La scelta politica non manca, ricordiamo che siamo l’Italia dai mille partiti, quelli che assicurano un posto in Parlamento anche alle rappresentanze da 1 punto percentuale.
Per questo diritto al voto gente è andata veramente a combattere, e non mi sembra il caso di non farlo.

Elogio la scelta di Walter Veltroni che ha messo da parte quello che tutti definirebbero SENNO e “scende in campo” DA SOLO. Rappresenterà il 30% dei votanti o quello che è e farà valere la sua opinione. Altrettanto faranno quelli della Rosa Bianca, supportiamo quelli che almeno sembrano voler fare una BUONA politica di riforme. L’Italia ne ha bisogno!

Chiudo il commento-fiume facendo giusto un’esortazione:

VOTATE!!!

EDIT:

(come hanno fatto notare anche a me) Il non voto, e quindi il non raggiungimento di un buon quorum per le elezioni, potrebbe portare ad un annullamento della forza politica italiana, ma nella maniera sbagliata, il governo non sarebbe più leggittimato e le forze dell’ordine “SAREBBERO COSTRETTE” a prendere in mano la situazione.

Non mi sembra una buona idea DELEGITTIMARE il potere, semplicemente bisogna SCEGLIERE.

Io non vi dirò ovviamente chi o che partito 🙂 (a parte che il mio è segreto) seconda cosa io non faccio campagna elettorale per nessuno.

Io faccio anti-campagna elettorale per il PDL (Popolo delle Libertà) che non è altro che LA STESSA COSA della passata legislatura Berlusconiana.
Berlusconi è un uomo pubblicizzato, e di lui non mi lamento tanto, ma vogliamo mettere FINI??? Un uomo che ha predicato la DESTRA come stile di vita e che per UNA poltrona, la sua, prostituisce completamente sé stesso e trascina nel gorgo della perdizione anche TUTTO il suo partito, rinuncia al LORO simbolo!

Ecco, Lui (=Fini) mi fa più schifo in questo momento di Berlusconi.
Spero solo che la dignità di uomo a Casini rimanga e non faccia una grande opera di meretrìcio favorendo un’ascesa indolore al PDL.

3 commenti»

  Laura wrote @

Grazie per il tuo intervento sul mio blog. A questo punto sono d’accordo con te, meglio andare a votare, ma sono ancora indecisa su una cosa: annullo o voto un partito oppositore al PDL che però mi fa schifo lo stesso?
Il punto sta nel decidere quale sia il male minore: PDL o opposizione? 😦

  Paul wrote @

Assolutamente d’accordo…
Di questa politica non si salva molto e la scelta di Veltroni di andare da solo è una delle poche cose giuste accadute recentemente…e questo gli fa meritare il mio voto
Se anche non l’avesse fatto non lo avrei comunque dato al PDL che è la scelta peggiore in assoluto, come facciamo ad affidare il paese a quella persona? Mi sembra davvero fantascienza…
Ma qui in Italia del resto accadono cose che sembrano veramente di un altro mondo, specialmente in politica…
Oltre a dare il mio voto che altro posso fare però?

  2dvisio wrote @

@Laura: prego, dovere 🙂 Ho già risposto 😉

@Paul: Purtroppo in Italia succedono cose del genere vista la natura del popolo italiano, abbastanza “giovane” come popolo e radicato nelle sue tradizioni e piaceri.

Uno di questi piaceri potrebbe essere il piacere masochista della frusta e il secondo invece è il parlare, il fare questioni. E in questo nessuno ci batte. Quindi vincesse un’altra volta il sig. Berlusconi per me sarebbe solo perchè:

1. gli Italiani non hanno trovato niente di meglio per cui agitarsi.
2. Brogli (perchè non voglio credere che alcune persone si siano inventate tutto)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: