Parlottoliere

Dove il tempo gioca a carte con lo scazzo

Archivio per gennaio 20, 2008

Cattiva maestra

Non parlo di quelle che tagliano la lingua agli studenti. Tanto non gli poteva dare uno schiaffo, non l’avrebbero poi reintegrata per quello; avrebbe leso l’ego del giovane che sarebbe finito, da adulto, a non sapersi adeguare ad un mondo esterno fatto di regole da rispettare per il bene comune, e sarebbe finito drogato in una comunità di recupero.

Parlo della TV: quella che viene dichiarata sempre sconfitta da qualche nuovo mezzo di comunicazione (leggi Internet) e che invece esce sempre a testa alta dallo scontro. A breve ci aspettiamo una fusione dei due mezzi una TV-internet che tutto assorbirà.

Notizia di oggi la conferma che al Grande Fratello X ci sarà anche un transessuale, lungi da me il voler parlare male di una trasmissione di così tanto successo che si è permessa anche il nuovo ospite illustre, da lodare invece il coraggio di questi autori il cui copione è sempre più difficile da scrivere per riuscire a tenere vivo l’interesse delle persone comuni che, vivendo la vita, ne vedono sicuramente di più strane che non nella grande casa/condominio del Big F.

Una telecamera la metterei ben volentieri all’interno di Palazzo Chigi, a casa di D’Alema, o nei bagni di Montecitorio; chissà, anche li abbiamo Vladimir che farebbe alzare l’audience, magari in questo modo la gente si potrebbe interessare di più alla politica.

E alla facoltà di voto del Senato e del Parlamento delle leggi italiane perchè non affiancare un sano e quanto mai democratico televoto da casa? Sia per le leggi che per le persone, si intende.

Nomination ogni 3-4 settimane e ovviamente eliminazione diretta dei deputati.

Uno scenario neanche tanto fantascientifico e neanche tanto distruttivo, peggio di così pensate che possa diventare?