Parlottoliere

Dove il tempo gioca a carte con lo scazzo

C like Carmel

Oggi giornata pienissima. Non ho pranzato 🙂 causa demo da fare all’ultimo minuto ad un boss in visita dal Japan. E figata delle figate, come ogni cosa fatta in fretta e furia ha funzionato quasi egregiamente. Diciamo che ha funzionato all’uòpo quasi senza una grinza. Dopo questo, neanche pranzo. Subito partiti con il capo per una piccola gitarella fuori porta, Dove? A Carmel-by-the-sea 🙂 la mia città. Spettacolare. Una cittadina così bella non l’avevo mai vista. Piccola e molto accogliente. Ma al contempo con grandi spazi; affacciata direttamente sull’oceano.Abbiamo fatto veramente tante foto e veramente tanti video (con la camcorder di Luca) che presto spero di avere per mettere un po’ su Flickr.

Dicevo, siamo andati a Carmel-by-the-sea e quello che mi ha colpito è la quantità di arte che c’era in giro; tutte piccole gallerie d’arte e cose molto “sciccose”. Tra queste cose c’è la KRML radio 🙂 (KRML = Carmel); radio Jazz & Blues che trasmette anche in streaming (e che avevo già ascoltato su internet) e figuratevi che faccia ho fatto quando mi sono ricordato quello :O .E allora è stato più forte di me, sono dovuto entrare e comprami qualcosa: sono una specie di radio/negozio, in pratica la speaker parla e quando lancia un pezzo si dedica ai clienti :), noi siamo stati un pezzo di fronte alla vetrina (io con la video camera) a fare i cretini 😉 finquando non ci ha salutato via radio!!! 😀 stupendo. E allora mi sono detto che dovevo entrare e prendere un ricordo, e sono uscito ovviamente con due cose 😀 : un ciddì di John Coltrane (The gentle side of John Coltrane) che sto ascoltando ora mentre scrivo, e una tazza di KRML da usare a lavoro 🙂 in tipico US style.

Dopo di questo una piccola pausa sulla spiaggia di Carmel a guardare i surfisti surfare le onde e a parlare di tutto e di più. E poi dinuovo su, arrampicandoci per Carmelo street ci siamo diretti verso un bel posto imboscato proprio dietro la stazione radio/negozio. Un posto bellissimo (e un po’ costoso anche se non tanto) dove ci hanno servito piccoli hamburger molto buoni, patatine, calamari fritti (ottimi), e salmone sauté con insalata, gelato e GUINNESS MEDIA!!! Insomma una bella cena, soprattutto per me che non avevo pranzato.

Poi diretti alla macchina, si congelava; la temperatura (soprattutto sulla costa) subisce una escurzione termica bestiale tra giorno e notte. Impressionante. E ora a casa. A scrivere queste due righe aspettando il sonno. Buon giorno a tutta l’Europa :), alla prossima.

Postrack: John Coltrane – In a sentimental mood

2 commenti»

  pluto wrote @

grazie per il post, kuello e’ un posto sikuramente da visitare 🙂

  Paul wrote @

Grandissimo Carmel! XDDDDD
Queste sono cose che rendono gli states più interessanti! :DD
Io non sono un amante del Jazz ma lo apprezzo…soprattutto live… ;D


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: